Home Obiettivi

La conservazione delle specie di lupo ed orso ha registrato molti progressi negli ultimi trent’anni, come è dimostrato da una generale crescita della popolazione di queste specie in Europa. Tuttavia, vi sono aree in cui questi grandi carnivori non sono ancora al sicuro dalla persecuzione da parte dell’uomo. Gli effetti secondari dalla crescente pressione dovuta all’antropizzazione: diminuzione degli habitat disponibili, scarsità localizzata di prede selvatiche e malattie. In alcune specifiche situazioni demografiche ed in presenza di una combinazione di diversi fattori, tali criticità possono mettere seriamente a rischio la sussistenza dei predatori, persino nei paesi come la Romania, che contano migliaia di lupi ed orsi. Speciali sforzi sono dunque richiesti allo scopo di ridurre il più possibile le principali minacce per la sopravvivenza di queste specie.
Uno dei più gravi impedimenti alla conservazione nel tempo di lupi ed orsi rimane il conflitto con gli interessi delle popolazioni locali. Tale minaccia, nonostante sia stata riconosciuta come tale già da alcuni decenni, persiste a tutt’oggi, non esistendo strumenti per una definitiva risoluzione. La presenza sul territorio di lupi ed orsi continua, così, ad essere considerata una minaccia per le attività umane (e talvolta per gli uomini stessi) e le popolazioni mantengono atteggiamenti di negatività verso la presenza dei grandi carnivori. In questo contesto, lo scopo del progetto Life EX-TRA è stato di promuovere le competenze degli attori coinvolti nella conservazione di lupi ed orsi, rispetto a temi cruciali come gli aspetti biologici e ecologici, interazioni con altre specie, gestione del conflitto e coinvolgimento dei gruppi di interesse.
Gli obiettivi specifici erano:

  • trasferire buone pratiche e incoraggiare gli scambi di esperienze tra partecipanti diretti e indiretti al progetto
  • rafforzare la partecipazione dei portatori di interesse nell’individuazione e l’attuazione delle varie fasi di gestione dei grandi carnivori
  • trasferire le necessarie conoscenze sulla gestione della conflittualità ai portatori di interesse
  • rafforzare il corretto uso di misure di prevenzione dei danni causati da lupo e orso
  • sviluppare le basi di know-how e istituzionali per il monitoraggio della conflittualità tra grandi carnivori e attività umane
  • acquisire le competenze necessarie per la gestione dei conflitti generati dagli orsi confidenti e sviluppare gruppi di emergenza per l’orso.
  • prevedere azioni di conservazione delle popolazioni di ungulati (cervi e caprioli) per aumentare la disponibilità di prede selvatiche indispensabili per il mantenimento della popolazione di lupo
Credits: Annette Mertens

 

Credits: Callisto

 

Credits: Umberto Di Nicola - PNGSL Archive

 

Credits: Alexandar Dutsov

 

Credits: Annette Mertens